Dott. Amedeo Giorgetti

Nutrizionista - Dietologo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home
Articoli rilevanti


LA DIETA DUKAN

E-mail Stampa PDF
La persona che vuol dimagrire ha bisogno di un regime che decolli in fretta e che dia rapidamente i primi frutti per mantenere salda e rinforzare la motivazione: questa è oggi la dieta più efficace per ottenere tale risultato e per mantenere il peso raggiunto!
Chi continua a predicare che per perdere peso bisogna ridurre le calorie mangiando poco di tutto, è smentito dai fatti e continua a colpevolizzare gli obesi, considerandoli persone incapaci e ignoranti.
Se una persona diventa obesa è perché non dispone degli strumenti giusti per resistere al cibo e per controllare il proprio peso, chiedere a questa persona di non superare le 1500 calorie ogni giorno della propria vita, come se il dimagrimento fosse una questione di semplice ragioneria, significa non tener conto della sua sofferenza, del suo smarrimento, del suo stress, ignorando completamente il problema.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2012 15:30 Leggi tutto...
 

Il variopinto mondo degli integratori

E-mail Stampa PDF
Il mondo degli integratori alimentari è decisamente variopinto, ci sono gli integratori sostitutivi del pasto e quelli vitaminici, ci sono gli integratori di sali minerali e quelli energetici. Ma qual è la reale efficacia di questi prodotti? Gli integratori fanno bene o fanno male? Sono sicuri? Per capirne di più Dica33 ha intervistato Andrea Poli direttore scientifico della Nutrition foundation of Italy (Nfi).

Gli integratori alimentari servono davvero? Perché, a chi e in quali circostanze?
Per quanto molti siano convinti che un'alimentazione variata sia in grado di fornire tutti i macro e micronutrienti indispensabili per la piena efficienza metabolica, oggi questo non è sempre del tutto vero, per diverse ragioni. La prima è che il cambiamento nelle abitudini alimentari e nello stile di vita avvenuti nell'ultimo secolo hanno "desincronizzato" il processo di adattamento evolutivo tra funzioni biologiche dell'uomo e apporto alimentare.

Leggi tutto...
 

NEP: Procedura dettagliata e domande frequenti

E-mail Stampa PDF

Dopo accurata anamnesi, visita medica con controllo degli esami ematochimici e delle urine richiesti alla prenotazione e dopo analisi di bio-impedenziometria della composizione corporea e misure antropometriche, si insegnano al paziente le manovre necessarie per la gestione del trattamento (come sciogliere gli integratori, come preparare la borsa con la sacca di integratori, il deflussore e la nutripompa nonchè il funzionamento della stessa). Personale medico introduce e fissa alla pelle con cerotto invisibile un sondino naso-gastrico di dimensioni di appena 6 mm (il fastidio è minimo). Il sondino naso-gastrico è collegato, tramite un deflussore al sistema di nutri pompa a sua volta collegata anche ad una sacca contenente gli integratori. Tutti gli elementi (deflussore, nutripompa e sacca) sono contenuti in una comodo zainetto per consentire al paziente di svolgere la sua normale attività senza limitazioni durante il periodo di 10 giorni di trattamento. Il sondino è facilmente rimovibile dai suoi raccordi alla nutripompa per le pulizie giornaliere del corpo. Dopo aver fermato la pompa, staccare il sondino dal raccordo, tappare il sodino con l’apposito dispositivo. Quindi fare la doccia o il bagno, ricollegare il sondino al raccordo e riavviare la pompa. L’arresto della infusione enterale per 15-20 minuti non dovrebbe causare sensazioni fame.Durante la notte il sistema continua a somministrare l’alimento mentre la nutripompa elettrica si ricarica ad una fonte di energia, a cui va collegata ogni sera. La nutripompa collegata al sondino naso-gastrico immette la dose necessaria di proteine durante i dieci giorni di trattamento. Ogni giorno assumere la compressa di minerali e vitamine prescritte.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Dicembre 2010 08:40 Leggi tutto...
 

Approfondimento: cos'è la NEP

E-mail Stampa PDF
La Nutrizione Enterale Proteica (NEP), nota anche come Nutrizione Enterale Chetogena (NEC) o Nutrizione Enterale Domiciliare (NED), è una terapia nutrizionale a scopo dimagrante basata su un'alimentazione essenzialmente proteica.

L'organismo nutrito esclusivamente con proteine e totalmente privato dell'apporto di zuccheri e grassi sviluppa la formazione di sostanze definite corpi chetonici (gli stessi che si formano nei bambini affetti da “acetone”), la cui presenza annulla il senso di fame.

I corpi chetonici sono frutto del processo di trasformazione del grasso di deposito negli zuccheri necessari all'organismo per svolgere la normale attività fisica. In tal modo il grasso in eccesso viene eliminato risparmiando la parte magra, cioè i muscoli.

L'efficacia della NEP è strettamente legata all'utilizzo della modalità di nutrizione enterale: le sostanze proteiche, contenute in forma liquida all'interno di una piccola sacca, vengono introdotte direttamente nello stomaco del paziente attraverso un sondino naso-gastrico trasparente di soli 2 millimetri di spessore.

La somministrazione della soluzione proteica deve essere lenta e continua. A ciò provvede una piccola pompa computerizzata che spinge le proteine contenute nella sacca attraverso il sondino. In tal modo il paziente è alimentato, conserva le sue energie, non avverte la fame e dimagrisce perdendo il grasso di deposito e conservando l’efficacia della muscolatura, che risulta inoltre tonificata dall'apporto proteico.  

La NEP è un trattamento assolutamente indolore

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Dicembre 2010 23:07 Leggi tutto...
 

Dimagrire col sondino

E-mail Stampa PDF

 

IL NUOVO METODO DI TERAPIA DIMAGRANTE: LA NUTRIZIONE ENTERALE CHETOGENA (NEC)

La NEC viene realizzata infondendo 24 ore su 24 con la tecnica della Nutrizione Artificiale (un sondino introdotto dal naso fin nell’intestino) delle comuni soluzioni di proteine in cicli di 10 gg:
a) L’infusione di sole proteine fa perdere in 10 gg dal 7 al 10% del peso corporeo iniziale
b) L’infusione continua genera uno stato di chetosi (l’acetone dei bambini) che toglie completamente il senso di fame.

Ascolta le interviste ai Dottori Amedeo Giorgetti e Camillo Ezio di Flaviano  

Dim lights   Dim lights

 

Introduzione del sondino nasale

E’ indispensabile per infondere lentamente le soluzioni di proteine durante i 10 gg di ciclo. Non è necessaria alcuna preparazione, nè l’anestesia, l’introduzione è semplicissima:il paziente è seduto e beve con una cannuccia dell’acqua mentre viene introdotto il sottile sondino nel naso, il procedimento dura qualche secondo e non è doloroso anche se per 10 minuti si avverte una sensazione fastidiosa di corpo estraneo nel naso e in gola. Questa sensazione svanisce progressivamente man mano che l’organismo si abitua alla presenza del sondino.
Da quel momento in poi in poi, per 10 giorni, il paziente non deve assumere altro che acqua, thè, camomilla o caffè senza zucchero e senza dolcificanti altrimenti i chetoni si riducono e compare il senso di fame che invece bisogna accuratamente evitare. E’ importante che durante i 10 giorni il paziente si impegni a camminare almeno 1 ora al giorno e non stacchi la nutri-pompa per più di 15 minuti al massimo 1 o 2 volte al giorno (magari per fare una doccia) e prenda regolarmente gli integratori.

Guarda il filmato

Dim lights

 

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Marzo 2012 11:56 Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 3

Contattami per prenotare una visita

Dr. Amedeo Giorgetti
Amedeo Giorgetti - miodottore.it

Aggiornamenti in tema di nutrizione e salute

Descrizione dei trattamenti ambulatoriali

Pubblicazione 2014: Rehabilitation in obesity

La dieta del sondino senza sondino

Il Dr Amedeo Giorgetti ricevuto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin

Novità nella sezione approfondimenti: dimagrire col sondino.